FISCO » Imposte indirette » Bollo e concessioni governative

Tassa annuale vidimazione libri sociali 2019 entro oggi 18 marzo

18 Marzo 2019 in Rassegna Stampa
Fonte: Fisco e Tasse

Ancora poco tempo a disposizione per versare la tassa di vidimazione. Infatti, entro oggi lunedì 18 marzo 2019 (il 16 cade di sabato), le società di capitali devono effettuare il versamento della tassa annuale di concessione governativa per la vidimazione dei libri sociali valida per l’anno 2019. In generale, la tassa annuale di concessione governativa per la numerazione e bollatura dei libri e registri sociali:

  • sostituisce tutte le tasse di concessione governativa che altrimenti sarebbero dovute per ognuna delle formalità di numerazione e bollatura eseguite nel corso dell’anno di riferimento;
  • è dovuta in misura fissa pari a:

    • € 309,87, se il capitale sociale o il fondo di dotazione al 1° gennaio 2019 è di importo non superiore a € 516.456,90
    • € 516,46, se il capitale sociale o il fondo di dotazione al 1° gennaio 2019 è di importo superiore a € 516.456,90
  • è deducibile ai fini IRES e IRAP.
Importi tassa annuale vidimazione libri sociali 2019
309,87 euro se il capitale sociale/fondo di dotazione al 1.1.2019 è di importo non superiore a € 516.456,90
516,46 euro se il capitale sociale/fondo di dotazione al 1.1.2019 è di importo superiore a € 516.456,90

Si ricorda che sono tenute all’adempimento anche:

  • le società in liquidazione ordinaria;
  • le società sottoposte a procedure concorsuali diverse dal fallimento (concordato preventivo, liquidazione coatta amministrativa, amministrazione straordinaria delle grandi imprese in stato di insolvenza, ecc.), sempre che sussista ancora l’obbligo della tenuta dei libri da vidimare.

Attenzione: Se successivamente alla data del 01.01.2019, intervengono variazioni del capitale sociale o del fondo di dotazione, queste non sono rilevanti nel 2019 ma avranno effetto su quanto dovuto per il 2020.

Per quanto riguarda le modalità di versamento della tassa di concessione governativa, queste sono distinte a seconda che la società si trovi nel primo anno di attività o in un anno di attività successivo al primo. In particolare:

  • il versamento relativo all’anno di inizio attività (società di capitali costituita dal 1° gennaio 2019): va effettuato utilizzando il bollettino di c/c postale n. 6007 intestato all’Ufficio delle Entrate – Centro Operativo di Pescara, prima della presentazione della dichiarazione di inizio attività ai fini IVA (modello AA7/10), su cui vanno riportati anche gli estremi di versamento;
  • il versamento per gli anni successivi al primo: va effettuato entro il 16 marzo dell’anno di riferimento (per il 2019 entro il 18 marzo) utilizzando il modello F24, esclusivamente in modalità telematica, indicando il codice tributo “7085 – Tassa annuale vidimazione libri sociali”, e indicando, oltre all’importo, l’anno per il quale versamento viene eseguito, cioè il periodo di riferimento.

 

I commenti sono chiusi